[Total : 0    Moyenne : 0/5]

Spaghetti con canocchie, radicchio trevigiano e curcuma

Ingredienti per 4 persone :
• 280 gr. di spaghetti
• Kg. 1.2 di canocchie
• 1 piccolo cespo di radicchio trevigiano tardivo
• 1 limone biologico
• 2 grani di pepe nero
• 3 spicchi d’aglio
• 3 foglie di alloro
• 1 mazzetto di prezzemolo
• un pizzico di curcuma
• olio extra vergine di oliva
• sale e pepe
Queste canocchie provengono da Caorle piccola localita’ balneare vicina a Venezia, mi sono state donate dalla mia sorellina Orietta ,appena pescate, un prodotto quindi a km. Zero.

Esecuzione: prendere le canocchie, sistemarle in una bacinella e coprirle con acqua, aggiungere 1 cucchiaio di sale grosso e lasciarle riposare per 15 minuti, in modo che l’eventuale sabbia si depositi sul fondo del recipiente, trascorso questo periodo, scolatele e lavatele più volte sotto l’acqua corrente.

Questa che vi presento ora è la ricetta delle canocchie lesse, impiegate come antipasto:

mettere sul fuoco un capiente tegame con 1500 cc. di acqua e portatela a bollore, aggiungere poi 2 grani di pepe, 2 foglie di alloro, 1 spicchio d’aglio, il succo di un limone biologico con la sua buccia, qualche gambo di prezzemolo e poco sale grosso, lasciar bollire per una decina di minuti, poi aggiungere le canocchie e lasciarle cuocere per 3 minuti ( iniziate a contare il tempo da quando l’acqua avrà ripreso il bollore ) o sino a quando vedrete che cominciano a produrre una specie di schiuma bianca e diventano rosee.

Scolate le canocchie e appena sono leggermente raffreddate praticare due tagli laterali con le forbici lungo i lati del corpo, sollevare con le dita i gusci e sfilarli lasciando libera la polpa. Adagiatele su una pirofila ed irroratele con una miscela formata da olio extra vergine d’oliva, un trito di aglio e prezzemolo, e un pizzico di pepe . Possono essere gustate subito, ma è preferibile prepararle alla sera prima, coprirle con un film trasparente e riporle nel frigo, servirle quindi per il pranzo del giorno seguente, così acquistano maggior sapore.

Come antipasto possono essere servite da sole, oppure accompagnate ad altri tipi di pesce bolliti.

Una parte di queste canocchie le ho spolpate e le ho impiegate per fare un sugo veloce e molto saporito.

Esecuzione : porre sul fuoco un tegame con olio extra vergine d’oliva, uno spicchio d’aglio e una foglia di alloro, quando l’olio è caldo aggiungere il radicchio tritato ( tenere da parte alcune punte per la decorazione ) e la polpa delle canocchie, far cuocere per pochi minuti, perché il radicchio deve rimanere croccante, all’ultimo aggiungere un pizzico di curcuma , spezia che dona un bel colore giallo , ma che lascia inalterato il sapore degli altri ingredienti che compongono il piatto.

Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente e fateli saltare nel sugo con un’abbondante spruzzata di prezzemolo.

Presentazione del piatto: porre al centro del piatto gli spaghetti e decorare con due canocchie e delle punte di radicchio trevigiano.

Come vino ho abbinato a questi piatti a del Lison, ovvero il Tocai classico delle Venezie, è cambiato il nome, ma il prodotto rimane pur sempre lo stesso.


Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *

*